Honor 9: uno smartphone Android top di gamma

Di , scritto il 28 Giugno 2017

Honor 9 è un nuovo modello di Huawei di fascia alta ma a un prezzo ragionevole.

Si presenta con un design elegante e uno chassis sottile (7,45 mm) e un particolare vetro curvo 3D posteriore, che riflette la luce naturale creando giochi di luce. Il display da 5,15 pollici nasconde il sensore di impronte digitali. Davvero interessante la dual camera: un sensore monocromatico da 20 MP e uno RGB da 12 MP con zoom ibrido 2X, che lavorano in parallelo grazie a un software che combina i due scatti. Una tecnologia che piacerà moltissimo al pubblico giovane dei millennials. La fotocamera può anche contare sulla tecnologia “pixel binning”, per scattare foto in condizioni di scarsa illuminazione con una luminosità del 200% più alta rispetto alla generazione precedente.

Sotto la scocca gira il sistema operativo Android 7, con un processore Kirin 960 Octa-Core da 4 Gigabyte di Ram e di 64 Gigabyte di memoria espandibili fino a 256 GB. Il telefono è munito di Dual Sim, ha una batteria da 3.200 mAh che dovrebbe consentire un’autonomia fino a 2 giorni e mezzo oppure 78 ore di ascolto ininterrotto di musica offline. Il sistema di ricarica veloce, porta il telefono da 0 al 40% in trenta minuti.

Infine, sul fronte audio, l’Honor 9 si avvale della “Huawei Histen 3D”, una tecnologia sonora ultra-wide progettata da Huawei per una resa audio più immersiva.

Honor 9 è subito disponibile nei colori Sapphire Blue e Glacier Grey, mentre nei prossimi mesi arriverà in Midnight Black, al prezzo di 449 euro, che scendono a 399 per chi possiede un vecchio Honor. Nelle prossime settimane arriverà inoltre una versione premium con 6GB di Ram.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009