Nokia Asha: funzionalità business su modelli a basso costo

Di , scritto il 02 Luglio 2012

Nokia intende rivoluzionare la gamma Asha di cellulari di fascia bassa, dotando alcuni modelli del servizio Mail for Exchange: per la prima volta dei cellulari economici saranno ottimizzati per l’utilizzo aziendale.

Finora solo alcuni particolari smartphone avevano la necessaria dotazione hardware e software per la cosiddetta utenza “business”, e il servizio più richiesto era proprio quello di Mail for Exchange, che si basa sul protocollo Microsoft Exchange ActiveSync, e che permette di ricevere la posta sul proprio cellulare in modalità push, cioè attraverso una notifica istantanea della ricezione di una nuova email. Adesso Mail for Exchange è disponibile anche per i Nokia Asha 302 e Asha 303, scaricabile gratuitamente su Nokia Store: a questo si aggiungono anche la sincronizzazione dei dati del calendario e dei contatti tra server di posta elettronica compatibili con Microsoft Exchange. Sono inoltre introdotte diverse misure di sicurezza, quasi imprescindibili per chi utilizza il cellulare per lavoro: sistema di archiviazione crittografata delle email, password alfanumeriche, lunghezza minima delle password, blocco del terminale da remoto o da locale se si effettuano un certo numero di tentativi con password errata.

Nelle intenzioni dell’azienda, come ha ufficialmente comunicato la stessa Nokia, i modelli Asha 302 e Asha 303 serviranno a migliorare la produttività e la reperibilità degli utenti business, e contemporaneamente a ridurre drasticamente i costi sia dei terminali hardware che degli applicativi middleware, rendendo così molto più competitive anche le aziende in fase di crescita.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009