Clean Master Lite: un’app per ottimizzare lo smartphone

Di , scritto il 08 Ottobre 2018

Quando il nostro smartphone o tablet tende a rallentare, si surriscalda o si scarica rapidamente è ora di intervenire con un software di ottimizzazione. Infatti, le tanto usate applicazioni di messaggistica creano delle cartelle di cache in cui vengono memorizzate tutte le informazioni ricevute o condivise riempiendo la memoria del device con file non necessari. Capita anche che le applicazioni restino aperte in background, causando un inutile consumo della batteria e della memoria. Un buon software di ottimizzazione deve quindi anche aiutare ad accelerare la chiusura delle applicazioni. Un ottimo esempio in tal senso è l’app gratuita Clean Master Lite, la versione ridotta al minimo del noto programma per PC che è diventata moto popolare tra le applicazioni Android, in quanto offre delle risorse per “pulire” e ottimizzare il dispositivo mobile portandolo al suo funzionamento originale. Il software in questa versione va bene non solo per i top di gamma, ma anche per i cellulari con poche risorse (memoria limitata e basso consumo della batteria). All’avvio del programma compare un pannello in cui è possibile visualizzare lo spazio di archiviazione utilizzato e la percentuale di memoria RAM. In basso si trovano tre opzioni: risparmio della batteria, antivirus e ottimizzazione del dispositivo. Il grande pulsante al centro è quello che avvia il processo di pulizia. I giudizi degli utenti su Clean Master sono ottimi, anche se alcuni polemizzano sul fatto che l’applicativo spesso tende a esagerare l’entità dei problemi riscontrati per apparire più efficace di quanto non sia realmente.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009