Problemi con la linea fissa? Ecco come fare un reclamo

Di , scritto il 15 Dicembre 2015

Operatori di telefonia fissaChi ha un problema con l’operatore di linea fissa può presentare un reclamo o effettuare un tentativo di conciliazione.

Se avete problemi con la linea fissa è meglio non perdere troppo tempo e presentare subito un reclamo scritto alla vostra compagnia telefonica. In questi casi rivolgersi al servizio clienti potrebbe essere del tutto inutile e rivelarsi solo una perdita di tempo. Se quindi volete segnalare un problema della vostre linea telefonica o non sapete cosa fare per chiedere il rimborso per errori di fatturazioni, leggere quest’articolo potrebbe rivelarsi davvero utile.

La prima regola da seguire in questi casi è non perdere tempo e presentare subito un reclamo scritto, meglio se con raccomandata a/r, in modo da lasciare una traccia della vostra segnalazione e tutelarvi da eventuali costi extra. Per avere maggiori informazioni potete visitare anche il sito dell’Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, e visitare la pagina dedicata ai problemi con gli operatori telefonici. Qui di seguito cercheremo invece di fornirvi una sintetica indicazione della procedura prevista in questi casi.

Cosa fare per segnalare un problema con la linea fissa
Per segnalare un disservizio o un problema con la vostra linea fissa potete inviare un reclamo in forma scritta, o in alternativa inviare una mail o un fax ai riferimenti indicati in bolletta o sul sito della vostra compagnia telefonica. La procedura concede alle compagnie 45 giorni di tempo per fare le dovute verifiche e fornire una risposta al cliente. Se il problema dovesse essere di poco conto, la risposta dell’operatore potrebbe anche avvenire tramite una semplice telefonata.

Se invece la segnalazione non dovesse produrre alcun risultato, il secondo passo da compiere è effettuare un tentativo di conciliazione attraverso il Corecom, ovvero il Comitato regionale per le comunicazioni. Si tratta di un organo di vigilanza in grado di assicurare l’assistenza a tutti gli utenti residenti nella Regione di competenza. Per verificare la sede Corecom della propria Regione si può consultare il sito o in alternativa rivolgersi all’Agcom. In ogni caso, si avrà la certezza di avere l’assistenza richiesta e le informazioni utile per affrontare il problema.

Attenzione alla clausole contrattuali
La maggior parte dei problemi sono spesso connessi alla presenza di clausole contrattuali poco trasparenti non visionate dal cliente al momento della sottoscrizione, per questa ragione è consigliabile leggere con estrema attenzione i contratti verificando che non ci siano elementi che possano penalizzarvi. Gli aspetti più critici possono riguardare:

  • la presenza di vincoli temporali che impediscono di sciogliere il contratto in qualunque momento;
  • l’indicazione dei tempi di preavviso, che per legge non possono superare i 30 giorni;
  • applicazione di penali per la chiusura anticipata del contratto. L’operatore può richiedere solo dei costi di disattivazione del servizio;
  • evitate inoltre di dare il vostro consenso per contratti stipulati per via telefonica o con la formula “porta a porta”. In questi casi avrete comunque diritto a 10 giorni di tempo per recedere dal contratto senza costi aggiuntivi.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009