Tim cerca dipendenti tramite sms

Di , scritto il 17 Maggio 2008

tim_logo_operatore_02.pngSi può cercare lavoro via sms? Nell’era del messaggino ad ogni costo, si può. E a far partire l’iniziativa è stata proprio la nostra compagnia di bandiera, TIM. L’operatore italiano è in cerca di nuovi dipendenti e ha lanciato una interessante iniziativa, mandando un sms a molti utenti con su scritto:

Tim Partner cerca personale, nessun limite d’età. Manda un sms gratuito entro il 19 maggio al 434343 con il nome della città dove vuoi lavorare e sarai ricontattato.

Evidentemente, TIM sta inviando questi sms solo ai residenti di determinate città, altrimenti non si spiega perché non stia arrivando a tutti. Però, in fondo, se siete in cerca di lavoro, tentare “la fortuna” con un sms non vi costa nulla. Ovviamente, prima di postare su questo blog, abbiamo avuto modo di testare il numero e il mittente è veramente TIM. Quindi, esclusa ogni ipotesi di truffa 😉


2 commenti su “Tim cerca dipendenti tramite sms”
  1. Amarè Ghebreab ha detto:

    Tre anni senza lavoro. Avevo un studio tecnico per conto, un’esperienz trentennale in costruzionea a spalle.
    Un ingegnere civile di 53 anni. sposato con una figlia di 14 anni.Datemi una mano

  2. Santi ha detto:

    Il problema di questo tipo di lavoro è che non credo che TIM investa molto nell’addestramento di questi lavoratori (senz’altro temporanei). Infatti, come è capitato a me, questi “ragazzi/e” propongono contratti a condizioni sbalorditive che poi, quando arriva la prima fattura, si scoprono carichi di oneri non previsti e condizioni del tutto diverse da quelle comunicate (anche per iscritto) dal “TIM Partner”. Ovviamente, quando la cosa viene alla luce, il fantomatico “TIM Partner” è già scomparso (cellulare non più attivo, FAX idem e generalità sconosciute da TIM). Nel mio caso sto lottando da un anno, con decine di FAX e telefonate al servizio clienti TIM, per venire a capo di una situazione che mi porta a pagare ogni bimestre oltre 100 Euro a fronte di telefonate per meno di qualche decina di Euro, nonostante l’abbonamento propagandato dalla “TIM Partner” (era una certa Sara di cui comincio anche a dubitare del nome) fosse a canone zero e con telefono gratis! Invece, il primo bimestre mi è stata addebbitato un “entry fee” mai comunicato e, dal secondo bimestre in poi sono apparsi canoni di noleggio e abbonamenti per servizi dati (mai usati né richiesti). Ad oggi, dopo un anno, con i soli costi fissi imprevisti, avrei potuto comprare tranquillamente il telefono (che doveva essere gratis) e mi tocca pagare ancora per altri 12 mesi prima di disdire l’abbonamento, per evitare una penale per “costi sostenuti dell’operatore” (Grazie Bersani!!).
    Secondo me è un “trucco” di TIM per acquisire nuovi clienti usufruendo di agenti commerciali a basso costo da utilizzare anche come schermo quando le cose non vanno per il verso giusto (vedi caso di cui sopra!).


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009