NGM Blade: un dual SIM essenziale e a basso costo

Di , scritto il 29 Ottobre 2011

E’ sul mercato un nuovo cellulare con la funzione particolarmente ricercata della doppia scheda SIM: è il nuovo NGM Blade.

Ormai di cellulari con queste caratteristiche ne vengono prodotti in continuazione: estetica essenziale, una scheda tecnica ridotta al minimo indispensabile, ma con il supporto dual-SIM, per venire incontro a chi ha particolare necessità solo di questa funzionalità, e la richiede a basso costo. NGM Blade corrisponde in pieno all’identikit: design semplice, molto sottile (solo 74 grammi di peso), con cover colorate e tastierino alfanumerico; fotocamera da 1.3 megapixel; lettore multimediale con radio FM; connettività Bluetooth e USB; memoria interna espandibile tramite microSD. A compensare questa scarna scheda tecnica ci pensa però una buona dotazione software, soprattutto per quanto riguarda proprio la gestione contemporanea delle due schede SIM, con il sistema Dual Stand-by: l’utente può scegliere quale scheda utilizzare, per chiamare o inviare messaggi, tramite un apposito tasto dedicato, mentre in ricezione le schede sono entrambe attive, ma quando una delle due è occupata viene resa irragiungibile anche l’altra. Una limitazione tutto sommato trascurabile, ancora di più se consideriamo i vantaggi che ne derivano in termini di costi, dimensioni  e autonomia.

Tra le altre applicazioni, presente il browser Opera Mini, e molte applicazioni per la sicurezza e la privacy, tra cui quelle che permettono la creazione di aree private protette da password o di una black/white list di contatti. Il prezzo di NGM Blade è di soli 99 euro, e incluse nella confezione ci sono le quattro cover colorate intercambiabili.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009