Come cambiare operatore di linea fissa?

Di , scritto il 01 Dicembre 2015

Operatori di telefonia fissaL’intervento dell’Agcom ha semplificato le procedure per il passaggio ad un nuovo operatore di linea fissa, offrendo agli utenti maggiori garanzie.

Se volete cambiare l’operatore per la linea fissa sappiate che la procedura è molto semplice e non richiede lunghi tempi di attesa. Si tratta di una prassi ormai molto comune e sempre più diffusa nel mercato della telefonia, dove l’elevata concorrenza tra gli operatori e il continuo lancio e promozione di offerte sempre più convenienti spingono moltissimi clienti a rinnovare con facilità la compagnia telefonica. Una delle motivazioni più frequenti riguarda ad esempio la possibilità di avere un unico gestore sia per la linea fissa che per quella mobile.

Se invece la motivazione è legata ad eventuali disservizi o vere truffe subite è opportuno visitare la sezione telefonia del sito Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, dove sono riportate tutte le informazioni e le indicazioni necessarie per presentare una denuncia e segnalare eventuali danni, compresi alcuni strumenti per valutare la qualità dei servizi offerti dalle varie compagnie telefoniche.

Le procedure da seguire per cambiare operatore telefonico?
La prima cosa da sapere è che le procedure si sono notevolmente semplificate nel corso degli ultimi anni, garantendo anche maggiori vantaggi e tutele per i clienti, come ad esempio la portabilità. Grazie a questa particolare procedura è possibile cambiare operatore senza modificare il numero della linea fissa. Inoltre grazie al Decreto Bersani, il consumatore può migrare verso un nuovo operatore senza sostenere ulteriori costi e il rispetto di eventuali vincoli temporali.

Ma vediamo cosa bisogna fare:

  • una volta scelta la nuova compagnia telefonica, dovrete rivolgervi al suo servizio clienti e comunicare l’intenzione di effettuare il passaggio della linea telefonica, specificando se oltre alla linea fissa siete dotati anche di una connessione ADSL. Potrete chiamare sia il numero verde sia recarvi di persona presso uno dei punti fisici della compagnia;
  • per attivare la procedura bisogna inoltre comunicare al nuove operatore il codice di migrazione, riportato in genere nella prima pagina della bolletta. Si tratta di un’informazione molto importante perchè consente ai provider per effettuare concretamente il passaggio della linea telefonica. Questo codice può essere riportato anche sulla pagina personale del sito web della vecchia compagnia.

Quali sono le tempistiche e i costi da preventivare?
Per cambiare l’operatore della linea fissa non occorre attendere molto tempo, l’operazione di abbandono e passaggio al nuovo operatore è in genere contestuale o comunque non supera i 10 giorni lavorativi, così come definito dalle ultime disposizioni Agcom. In merito alle spese, la procedura di migrazione non prevede il pagamento di penali ma solo dei costi di disattivazione del servizio, che possono variare da un minimo di 30 fino a 100 euro a seconda della compagnia.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009