Le novità del nuovo iPhone 5S di Apple

Di , scritto il 13 Settembre 2013

iphone5SE’ stato finalmente presentato il nuovo iPhone 5S, ultima generazione del celebre smartphone di casa Apple.

Il nuovo iPhone come al solito non costituisce una rivoluzione rispetto al modello precedente, ma apporta poche ma sostanziali modifiche. Innanzitutto le prestazioni sono migliorate grazie alla presenza del nuovo chip A7 con architettura a 64 bit, il cui carico di lavoro è alleggerito dal nuovo coprocessore di movimento M7: si tratta di un sistema per raccogliere informazioni da accelerometro, giroscopio e bussola, che vengono utilizzate per monitorare il movimento dell’utente e migliorare l’efficienza energetica, riducendo il consumo di batteria per applicazioni come ad esempio il contapassi. Il sistema operativo è il nuovo iOS 7, la cui dotazione software migliora sotto molti punti di vista, come in multitasking, centro notifiche, Siri, iTunes, Safari, Airdrop. Ma forse la novità che ha suscitato più scalpore è quella relativa al lettore di impronte digitali: si tratta del Touch ID, che scatta una foto ad alta risoluzione dell’impronta digitale del proprietario. Questa può essere utilizzata per uno sblocco dello smartphone più efficiente, ma anche per effettuare pagamenti online.

iPhone 5S sarà in vendita nelle colorazioni argento, oro, e grigio siderale, e il listino prezzi comunicato è di 199 dollari per il modello con 16 GB di memoria, 299 dollari per la versione da 32 GB, e 399 dollari (con contratto biennale) per il 64 GB. Arriverà il 20 settembre nei negozi di Stati Uniti, Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Singapore e Regno Unito, mentre per l’Italia si deve aspettare la fine dell’anno.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009