Anagrafe digitale: partono le sperimentazioni in Italia

Di , scritto il 18 Novembre 2015

Semplificare e ottimizzare le relazioni tra i cittadini e la PA, ecco lo scopo della nuova ANPR, l’anagrafe digitale per la popolazione residente

L’anagrafe digitale è il nuovo progetto per semplificare e ottimizzare i rapporti tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni locali. L’idea prevede la creazione di un grande data base, in grado di raccogliere e mettere in contatto tutti i dati anagrafici dei cittadini residenti posseduti dalle varie amministrazioni locali e ragionali. I fattori che di certo contribuiranno al successo del progetto saranno la maggiore abilità degli italiani con la tecnologia, di certo favorita e supportata anche dalle offerte per l’adsl convenienti e in grado di assicurare ampie possibilità di navigazione.

Anagrafe digitale nazionale: si semplificano i rapporti tra PA e i cittadini

Il processo di crescita ed evoluzione tecnologica dell’Italia previsto dall’Agenda Digitale, il documento che raccoglie tutte le iniziative proposte dalla strategia Europa 2020, continua e raggiunge un nuovo obiettivo con la creazione della prima Anagrafe nazionale della popolazione residente.  Lo scopo dell’iniziativa e creare un’unica banca dati dei cittadini italiani residenti in modo da sostituire, fino alla totale eliminazione, gli oltre 8048 archivi attualmente presenti nel territorio nazionale.

Per arrivare alla completa realizzazione del progetto occorrerà però del tempo. Infatti per testare i nuovi sistemi è stata avviata una prima fase di sperimentazione in soli 27 Comuni italiani. In questo modo sarà possibile attuare dei miglioramenti e risolvere tempestivamente le eventuali problematiche fino ad arrivare alla creazione di un unico e grande sistema centralizzato, che metta in contatto le anagrafiche regionali e di rilevanza nazionale.

Quali saranno i vantaggi del nuovo archivio nazionale?

La creazione di un’unica anagrafica digitale avverrà entro il 2016 e porterà una notevole semplificazione delle procedure di accesso e consultazione dei dati da parte dalle pubbliche amministrazioni, riducendo inoltre il rischio di duplicazioni e di mancato aggiornamento dei dati. I vantaggi per i cittadini riguarderanno invece la riduzione dei problemi derivanti dai mancati aggiornamenti dei dati anagrafici o di stato civile, con una notevole riduzione dei tempi e dei costi.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009