Con il Mobile Protector di Taser si sorveglia il cellulare dei figli

Di , scritto il 21 Gennaio 2010

Tra le novità presentate al CES 2010 recentemente conclusosi, brilla il software Mobile Protector di Taser, un’applicazione rivoluzionaria che permette di tenere sotto controllo il cellulare dei propri figli. In un mondo sempre più minaccioso, è comprensibile che i genitori vogliano proteggere gli adolescenti dai pericoli che giungono da ogni parte. Il Mobile Protector non è uno strumento che spia il ragazzo, poiché questi sarà ben consapevole della sua presenza, ma farà dormire più tranquilli i genitori, consentendo loro di fare cose che sarebbe troppo complicato attuare con mezzi diversi.

Innanzi tutto permetterà di monitorare le chiamate e i messaggi, le foto e i video in entrata e in uscita dal cellulare del figlio, di bloccare particolari numeri telefonici e perfino di ascoltare una conversazione in corso. Il controllo avviene mediante una dashboard sul PC o sul cellulare del genitore. I livelli di restrizione applicabili sono vari, e possono essere modificati nel tempo. A ogni chiamata in arrivo sul cellulare del teenager sarete avvertiti e a quel punto potrete decidere se lasciare passare la chiamata, bloccarla oppure rispondere voi stessi al chiamante. Nel caso in cui decidiate di ascoltare una conversazione, entrambi gli interlocutori saranno avvertiti.

Il Mobile Protector permette perfino di disabilitare il telefono dei vostri figli nelle ore in cui desiderate che facciano altro, per esempio studiare o mangiare un pasto tranquillamente. E sicuramente a qualcuno verrà in mente di utilizzare questa funzione come punizione in casi estremi, della serie: ‘Se non studi per l’interrogazione di domani ti blocco il telefono per 48 ore!’

Avete dei figli sciagurati che pensano di potere star fuori finché vogliono senza chiamarvi? Grazie al GPS incorporato nel Mobile Protector saprete dove si trovano i monelli, sempre che abbiano portato il cellulare con sé. La funzione Emergenza è in grado di localizzarli con precisione fornendo alle forze dell’ordine i dati precisi riguardo all’ultimo avvistamento sulla rete telefonica, chiamate e messaggi ricevuti.

La funzione Drive Protector disabilita il telefono quando il giovanotto o la signorina sono alla guida, oppure fa in modo che il telefono sia utilizzabile solo con un kit vivavoce. Un’altra utile funzione riesce perfino ad avvertirvi quando vostro figlio supera un certo limite di velocità, stabilito da voi.

Negli Stati Uniti il Mobile Protector sarà disponibile da quest’estate, con un abbonamento mensile dai 10 ai 30 dollari a seconda del piano scelto. Sembra che anche la Francia sia pronta a renderlo legale, non abbiamo ancora informazioni sulla commercializzazione in Italia.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009