I principali sbocchi professionali della laurea in biotecnologie

Di , scritto il 23 Febbraio 2021
biotecnologie

Quando arriva il momento di scegliere il corso di laurea da frequentare dopo le scuole superiori, bisogna prendere in considerazione le proprie passioni e attitudini, ma è fondamentale valutare anche gli sbocchi lavorativi. Oggi vedremo di cosa può occuparsi un laureato in biotecnologie.

Le biotecnologie

Il corso di laurea in Biotecnologie permette di inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro, sia nelle imprese private che negli enti pubblici. Le biotecnologie riguardano “l’utilizzo di esseri viventi al fine di ottenere beni o servizi utili al soddisfacimento dei bisogni della società”. Si distinguono tra tradizionali e innovative. Le tradizionali sono tutte le tecnologie produttive utilizzate da sempre nel campo agricolo e zootecnico, come la fermentazione; quelle innovative nascono dall’influenza di diversi campi riguardanti la biologia come medicina, ingegneria e chimica. Le biotecnologie innovative trovano applicazione in vari campi, tra cui farmacologia, medicina e diagnostica, agricoltura, veterinaria, bioindustria e ambiente.

Cosa può fare un laureato in biotecnologie

Un laureato in biotecnologie di solito si occupa di innovazione tecnologica in ambito ambientale o dei prodotti per la salute. Opera in vari settori tra cui quello agricolo, alimentare, zootecnico, chimico, medico e farmaceutico e lavora con prodotti farmacologici, vaccini, diagnostici innovativi.

È possibile svolgere un’occupazione di tipo tecnico al fine di creare, controllare e convalidare prodotti innovativi che migliorano le condizioni alimentari, sanitarie, ambientali e socioeconomiche. Si possono certificare prodotti che hanno subito mutazioni genetiche, e allo stesso modo si può fare attività di ricerca finalizzata a modificare geneticamente organismi e microrganismi per ottenere beni o servizi. Effettua delle analisi chimiche, biologiche, biochimiche e genetiche di sostanze per valutare se le norme di sicurezza imposte dalle normative vengono rispettate. Si ha la possibilità di commerciare i prodotti ottenuti da processi biotecnologici.

La Laurea in Biotecnologie permette di iscriversi alla Sezione B dell’Albo (Biotecnologo Junior) dell’Associazione Nazionale Biotecnologi Italiani, all’Ordine dei Biologi (Albo Junior) e all’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, superando l’esame di stato e acquisendo l’abilitazione.

Gli sbocchi lavorativi

Alcune tra le occupazioni più gettonate sono: l’informatore scientifico del farmaco che si occupa di fornire informazioni tecniche sulle linee farmacologiche dell’azienda di riferimento a medici di base e specialisti; il tecnico di laboratorio nei settori agroalimentare, ambientale, della ricerca e dell’industria del farmaco; gestore di impianti ambientali, di laboratorio, di analisi cliniche, di laboratorio biochimico, dei prodotti alimentari, di laboratorio veterinario; il ricercatore in vari campi, tra cui la salute pubblica, la biomedicina, la protezione dell’ambiente.

Altre occupazioni sono analista di laboratorio, informatore scientifico, impiegato o imprenditore di aziende biotecnologiche. Superando l’esame di stato si può aspirare a diventare agronomo o biologo junior.

Si ha la possibilità di lavorare anche nelle industrie diagnostiche e farmaceutiche, dietetico-alimentari, biotech e in quelle che producono materiali biocompatibili.

È possibile lavorare come dipendente di una parafarmacia o esserne proprietario: è necessaria però la presenza di un farmacista abilitato ed iscritto all’ordine. Un laureato in biotecnologie può svolgere attività di ricerca nelle Università o nelle Istituzioni, come il Ministero della Salute, lavorare nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale e Privato, nelle strutture Medico Legali, nei Presidi multizonali di Prevenzione, negli organismi di Prevenzione ambientale, negli uffici brevetti. Molte società assumono laureati in questo campo, come le Società di trasferimento tecnologico, quelle di editoria e comunicazione scientifica.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009