Argentina: impronte digitali per attivare una SIM

Di , scritto il 25 Agosto 2008

cellulari.pngIl tema sicurezza e intercettazioni in Italia è ancora scottante, ma a quanto pare in Argentina ci battono. Sembra, infatti, che tra qualche giorno potrebbe partire un decreto presidenziale per aumentare la sicurezza: per comprare un telefono e attivare una SIM card associata, bisognerà lasciare anche le proprie impronte digitali.

Questo perché, attualmente, le SIM vengono vendute anche per strada e per attivarle basta inviare un SMS alla compagnia telefonica e il gioco è fatto. Ovviamente, la malavita di questo se ne approfitta, tanto che il Governo ha deciso. I cellulari vanno registrati come le armi.

Qui da noi basta rilasciare un documento di identità al momento dell’acquisto. In Argentina serviranno anche le impronte digitali e bisognerà poi aspettare una lettera della compagnia telefonica che sarà recapitata a casa per poter attivare la SIM. Sarà un motodo più laborioso ma, evidentemente, ritenuto più sicuro.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009