Rinnovo ogni 4 settimane anche per i vecchi contratti Infostrada

Di , scritto il 26 Luglio 2016

infostradaSecondo una strategia che ormai è comune alla grande maggioranza degli operatori telefonici italiani, in particolare per la telefonia mobile (ma anche per l’ADSL e la fibra, come accade con Vodafone) Infostrada ha scelto di puntare sul rinnovo ogni 4 settimane delle sue offerte invece che su quello mensile. Questo si traduce nel pagamento di fatto di una “mensilità” in più (ci sono infatti 13 rinnovi all’anno invece di 12, cioè 52 settimane diviso 4) anche se rappresenta un rinnovo più frequente per le soglie limitate (ad esempio i 60 minuti di chiamate gratuite verso fissi e mobili nazionali inclusi nell’offerta Absolute).

La novità è già presente da qualche mese sulle nuove offerte, come Easy Internet e le ultime versioni di Absolute e All Inclusive Unlimited: su SosTariffe.it tra l’altro è sempre possibile confrontare le tariffe ADSL e fibra più convenienti per scegliere la più adatta alle proprie esigenze. Infostrada ha però da poco annunciato che a partire da settembre 2016 anche gli abbonamenti a condizioni precedenti verranno rimodulati sul rinnovo ogni 28 giorni. Inoltre il conto telefonico verrà emesso ogni 8 settimane invece che bimestralmente.

Per chi non accettasse le nuove condizioni, che portano in effetti a un esborso maggiore ogni anni, magari per selezionare un altro operatore più in linea con le proprie necessità, è sempre possibile esercitare il diritto di recesso: è infatti previsto che in seguito a cambiamenti di questo tipo l’utente possa non avvalersi più dell’offerta senza dover pagare alcun tipo di penale o costi di disattivazione, in particolare dopo l’intervento dell’Agcom per regolamentare tali vertenze.

Chi vuole quindi abbandonare Infostrada per passare a un altro operatore, entro il 31 agosto 2016 deve darne comunicazione con lettera raccomandata A.R. al seguente indirizzo: WIND Telecomunicazioni SpA – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano. Da ricordare che, al di là delle penali che non si devono più pagare, se il cliente recede ma alla linea interessata da questa proposta di modifica è associato un contratto per l’acquisto rateizzato di un prodotto, come ad esempio il modem ma anche smartphone e tablet inclusi, le rate mancanti verranno addebitate in un’unica soluzione. Proprio per evitare di trovarsi ad affrontare veri e propri salassi, nel caso in cui non si sia ancora certi della propria situazione anche dopo aver verificato sull’Area Personale del sito Infostrada la natura del proprio contratto è sempre possibile chiamare il numero gratuito 155 per avere informazioni al riguardo direttamente dal servizio clienti dell’operatore.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009