Le ambizioni Nokia: connettere “un miliardo di utenti” in rete

Di , scritto il 16 Settembre 2010

Lo slogan Nokia, “Connecting People”, non è mai stato così aderente alla realtà come in questo caso. La notizia, ancora una volta, arriva dal Nokia World di Londra, per bocca di Mary McDowell, Executive Vice President for Mobile Phones di Nokia: “connettere a Internet il prossimo miliardo di utenti mobili”, è questa l’ambiziosa promessa.

Dunque, Nokia intende buttarsi a capofitto verso i nuovi mercati emergenti. E vuole farlo sfruttando la propria competenza nella generazione di terminali potenti, offrendo servizi di pertinenza locale (grazie soprattutto alle applicazioni Ovi) in maniera sempre più semplice e conveniente, e facendo leva sulla capillarità distributiva della telefonia mobile. L’azienda ritiene di avere tutte le carte in regola per accaparrarsi una vasta fetta del mercato della fornitura di traffico dati agli utenti mobili, un settore in rapidissima crescita. Come ha testualmente detto Mary McDowell, “molte persone entreranno nell’era dell’informazione utilizzando i dispositivi mobili invece dei PC. Con l’80% della popolazione mondiale ormai raggiungibile dal segnale di un ripetitore cellulare, sarà il dispositivo mobile ad offrire la prima esperienza simile a quella del personal computer a molte del prossimo miliardo di persone che diverranno utenti Internet”.

Questi dunque gli elementi sostanziali della strategia: servizi semplici e rapidi a pertinenza locale e globale, applicazioni e software che facilitino la connettività e l’accesso alle informazioni, prezzi sempre più accessibili, ma soprattutto una profonda conoscenza dei singoli consumatori, delle loro esigenze e aspettative. Una sfida che la casa finlandese ha tutta l’aria di voler vincere.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009