Cosa conviene scegliere tra la fibra ottica e una linea Adsl?

Di , scritto il 19 Aprile 2016

fibra otticaRapida e in grado di fornire un servizio di maggiore qualità, la fibra ottica rappresenta una valida alternativa rispetto alla linea adsl. Ma cosa occorre valutare?

Meglio scegliere una linea Adsl o sperimentare la fibra ottica? Quali sono i vantaggi offerti da questa nuova tecnologia per la navigazione? Se state valutando la possibilità di cambiare la vostra compagnia telefonica o state semplicemente cercando un’offerta più vantaggiosa per navigare in rete, vi sarete di certo scontrati con queste domande. Qui di seguito cercheremo di fornirvi qualche informazioni utile e suggerirvi anche qualche offerta interessante da valutare.

Fibra ottica e Adsl a confronto
Come forse avrete notato, la questione della fibra ottica in Italia non è affatto una questione semplice e molte regioni italiane risultato ancora scoperte dalla nuova tecnologia o addirittura non abilitate alla navigazione in rete. Per colmare questo gap il nostro Governo ha disposto un nuovo piano di interventi che dovrebbe garantire la copertura totale della fibra ottica in modo da allineare il Paese alle medie europee e raggiungere entro il 2020 gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale. Ma quali sono le motivazioni alla base di questa urgenza?

Tra le motivazioni che favoriscono la diffusione della fibra ottica in Italia rientrano la possibilità di navigare più velocemente in rete, inviare e scaricare dati e file in tempi decisamente più ristretti. Inoltre con questa tecnologia è possibile guardare un film in streaming, giocare online e ancora effettuare una videochiamata senza interruzioni e quindi godere di un servizio di maggiore qualità. Infatti le prestazioni della fibra ottica oltre ad essere più elevate, non subiscono variazioni anche quando più dispositivi – ad esempio PC, smartphone, tablet – sono collegati alla stessa rete.

L’unico svantaggio della fibra ottica potrebbe essere al momento offerta limitata, ma anche questa sembra essere una questione in fase di risoluzione. Infatti la maggior parte delle compagnie stanno cercando di ampliare la loro offerta. Se quindi volete valutare delle tariffe interessanti potrete valutare le condizioni delle offerte Vodafone Casa, oppure quelle di TIM o Fastweb, magari avvalendovi del supporto di un comparatore di tariffe come SuperMoney, in modo da rendere più efficace la vostra ricerca.

Cosa bisogna fare se si decide di attivare un contratto di fibra ottica?
Se quindi avete deciso di far parte di quei consumatori che hanno deciso di passare alla fibra ottica sappiate che dovrete anche mettere in conto un lieve aumento delle tariffe. La nuova tecnologia prevede rispetto alla normale linea per l’Adsl delle tariffe di abbonamento lievemente più alte. Ma in questo caso l’aumento dei costi potrebbe essere un buon compromesso rispetto ai vantaggi e alla qualità elevata del servizio offerto.

La questione che dovrete invece affrontare riguarda invece la tipologia di impianto per la connessione alla rete in fibra ottica. Infatti non è detto che la vostra abitazione sia raggiunta da questa tecnologia. Gli utenti più fortunati avranno la loro abitazione direttamente collegata con la fibra ottica. Ciò vuol dire che avranno un impianto di connessione FTTH (Fiber To The Home).

Altrimenti, le alternative riguarderanno la possibilità che il palazzo sia raggiunto dalla fibra ottica (FTTB, Fiber To The Building), il cosiddetto armadio stradale (FTTC, Fiber To The Cabinet) oppure il “nodo”, ovvero un punto dove i cavi telefonici che arrivano dalle centrali, si collegano prima di raggiungere gli armadi stradali (FTTN, Fiber To The Node).

Infatti dal cabinet fino all’utente la rete telefonica non viene modificata e quindi viene usato anche il classico doppino. In questo caso bisognerà sostituire il modem/router adsl con uno in grado di gestire la nuova tecnologia in fibra.

Se invece abitate in un vecchio palazzo storico è difficile che possiate accedere alla tecnologia FTTH o FTTB – rispettivamente “fiber to the home” e “fiber to the building“ – che prevedono l’arrivo del cavo in fibra fino all’abitazione dell’utente o all’ingresso dell’edificio. In questo caso dovrete disporre dei lavori per il cablaggio del tratto interno al condominio o dell’edificio.


1 commento su “Cosa conviene scegliere tra la fibra ottica e una linea Adsl?”
  1. […] o la propria attività siano coperti dalla rete fibra Infostrada, si avrà la possibilità di scegliere tra la connessione in fibra o Adsl, sapendo che con Infostrada non c’è differenza di prezzo tra le due […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009