Con il nuovo sistema di ricarica wireless Xiaomi bastano 19 minuti per portare la batteria al 100%

Di , scritto il 20 Ottobre 2020

Xiaomi ha superato se stesso mettendo a punto un sistema di ricarica wireless veloce da 80 Watt, in grado di ricaricare un cellulare, senza bisogno del cavetto, in soli 19 minuti. Si tratta del terzo record nel segmento della ricarica rapida senza fili che il colosso cinese ha raggiunto finora quest’anno (prima aveva presentato un sistema di ricarica rapida senza fili da 40 Watt, poi ad agosto un altro da 50 Watt, disponibile nel nuovo Mi 10 Ultra insieme al sistema di ricarica tradizionale da 120 Watt, e ora questo nuovo record).

Xiaomi di solito non impiega molto tempo per portare sul mercato le ultime tecnologie annunciate, quindi si tratterà di aspettare qualche mese per l’arrivo dei primi modelli con il nuovo sistema, verosimilmente nella prima parte del 2021.

Secondo il comunicato stampa il nuovo sistema di ricarica arriva al 10% in un minuto, raggiunge fino al 50% di capacità in soli otto minuti (capacità che consente già di tenere delle lunghe conversazioni). La ricarica completa in meno di 20 minuti significa ottenere il massimo dal proprio telefono senza le lunghe attese di un tempo.

Molti produttori si stanno dando da fare su questo fronte. Una cosa è certa: di fronte a una concorrenza sempre più agguerrita, per gli acquirenti la velocità di ricarica costituirà sempre di più uno dei fattori da prendere in considerazione nella scelta del modello “giusto”.

1 commento su “Con il nuovo sistema di ricarica wireless Xiaomi bastano 19 minuti per portare la batteria al 100%”
  1. Magazzino M. ha detto:

    Xiaomi! Per me da sempre il numero uno!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTelco.it – Guida su cellulari, smartphone e tariffe telefoniche supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009